E' ARTE PUNTO

(0 commenti)

Biennale di Venezia 2017

 

Alla scuola di consulenza d'immagine mi hanno insegnato a dosare con molta parsimonia i termini "bello" e "brutto". Il consiglio al cliente deve basarsi su prove e valutazioni oggettive, ma rispettando i suoi gusti personali e il suo stile.

 

Alla scuola per Sommelier prima regola vietato dire che un vino sia buono o cattivo. Potrebbe avere un sapore oggettivamente alterato per rare motivazioni intrinseche ai processi di produzione. Sono la vista, le papille gustative e l'olfatto però a farci preferire un vino piuttosto che un altro, quindi considerazioni puramente soggettive.

 

 

Seguo l'arte senza aver frequentato studi specifici, ma per pura passione. Ho visitato la Biennale di Venezia e di fronte alle opere osservate ho pensato fossero come degli abiti o delle bottiglie di vino (forme d'arte anche loro).

Divulgare l'arte può aumentare l'interesse e l'interesse generare nuove emozioni che non vanno ridotte ad un mero giudizio positivo o negativo. Ecco perchè condivido degli scatti: per diffondere arte che è comunque bellezza, opera di ingegni desiderosi di esprimersi per non rimanere soffocati dai propri pensieri.

 

Inoltre sapete cosa vi dico? Perchè fare sempre i saccenti? Guardiamo, osserviamo e portiamo a casa. Cosa? Colori, forme, suoni, odori...non sempre serve capire.

"Con un’opera d’arte bisogna avere il comportamento che si ha con un gran signore: mettervisi di fronte e aspettare che ci dica qualcosa".
(Arthur Schopenhauer)

 

Invito chi può a visitare la mostra.

Torna indietro

Aggiungi un commento

top